fbpx

I Prestiti NoiPA per Insegnanti

LA GUIDA PER CAPIRE COSA SONO, CHI PUÒ RICHIEDERLI E COME

Tutto il personale della scuola, insegnanti e personale Ata, può usufruire di agevolazioni dedicate per poter ottenere un prestitoNoiPA”. In teoria.

Se fai parte di queste categorie, sappi che, grazie all’accordo tra molteplici istituti di credito italiani e il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF), oggi questo tipo di prestito è disponibile per te con condizioni agevolate e numerosi vantaggi.

Si tratta di uno strumento perfetto per aiutarti a realizzare i tuoi sogni e per sostenerti nei momenti più importanti della tua vita. Dalla nascita di un figlio alla restaurazione della casa. 

Per questo, è importante richiederlo con l’assistenza del giusto partner, per non farsi fermare dalla burocrazia. 

Prestiti NoiPA statali per insegnanti e per personale Ata: cosa sono?

I Prestiti NoiPA sono finanziamenti con cessione del quinto per gli insegnanti e per il personale scolastico Ata.

Se fai parte di queste categorie e hai bisogno di liquidità extra per far fronte a delle scadenze oppure per la nascita di un figlio, per rinnovare casa o per qualsiasi altro tuo sogno nel cassetto, sappi che sono accessibili anche a coloro che hanno un contratto a tempo determinato

Si tratta di una soluzione per ottenere liquidità a condizioni agevolate, grazie alla convenzione stipulata tra gli istituiti di credito italiani ed il Ministero.

Che differenza c’è tra chiedere il prestito attraverso il portale Noipa e il nostro servizio convenzionato?

Realizzare i tuoi sogni ha (purtroppo) un costo, ma il giusto alleato – quindi la banca convenzionata – può semplificarti la vita, riducendo di molto le tempistiche e burocrazia. 

Infatti richiedere personalmente il prestito attraverso NoIPA  non è cosa semplice, anzi tutt’altro. 

La richiesta fai-da-te di questo tipo di finanziamento può risultare macchinosa e poco intuitiva. 

I documenti richiesti sono tanti. Inoltre, vanno caricati in un certo modo e in formati corretti. Le comunicazioni sono solo tramite messaggi automatici online, raramente avvengono con un operatore. E quando questo avviene, c’è da stupirsi! 

Con centinaia, se non migliaia, di richieste giornaliere, il sito governativo non riesce a stare dietro a tutti.  

Questo comporta che al  minimo errore, la domanda può non venir accolta, i tempi tendono ad allungarsi e, come spesso accade, visto le innumerevoli richieste, i fondi messi a disposizione possono esaurirsi velocemente.

Per questo, richiedere il prestito attraverso il nostro sito con il servizio convenzionato può fare davvero la differenza.

Attraverso il nostro supporto, potrai ottenere la liquidità che ti serve per risolvere velocemente le tue situazioni economiche o per realizzare i tuoi sogni. Senza errori, senza imprevisti,  senza stress. Il tutto in tempi molto ristretti.


I vantaggi e le condizioni dei prestiti NoIPA per insegnanti e per il personale Ata

Se sei un insegnante o un lavoratore Ata interessato ai prestiti NoIPA, sappi che questo tipo di prestito presenta molti vantaggi, anche se richiederlo (con la richiesta fai da te nel sito governativo) può essere complesso a livello burocratico. 

Tra questi, sicuramente spicca la facilità di gestione

Infatti, poiché questo prestito viene concesso mediante cessione del quinto, le rate non possono superare in nessun caso un quinto delle entrate mensili, e tale importo viene trattenuto automaticamente dallo stipendio. 

In questo modo, avrai tutto il tempo per concentrarti sui tuoi sogni!

I vantaggi non finiscono qui. 

Per i prestiti NoIPA si applicano speciali norme per la restituzione agevolata,  sia per quanto riguarda il TAN e l’aliquota, sia per quanto riguarda il premio di fondo rischi di valore variabile. Questo viene calcolato a seconda dell’età del richiedente e della durata del prestito.

Non solo. Se deciderai di chiedere questo tipo di prestito personale, verrà attivata una polizza assicurativa che copre i casi di decesso o di perdita dell’occupazione. 

Poi, sempre per via della modalità di cessione del quinto, il prestito NoIPA per insegnanti e per il personale Ata è in teoria disponibile anche se sei tra coloro che hanno già all’attivo altri prestiti o finanziamenti. Questo è possibile perché lo stipendio stesso funge da garanzia per il pagamento della rata. 

In caso di altri prestiti, anche piccoli, sarà però necessario giustificare bene la propria richiesta, così come in caso di importi richiesti importanti. Senza una motivazione più che convincente, sarà difficile che ti verrà erogata liquidità aggiuntiva. Proprio per questo, è importante affidarsi all’esperienza di professionisti!

Inoltre… 

È infine possibile richiedere l’estinzione anticipata del prestito NoiPA per insegnanti, recuperando totalmente gli interessi per il periodo non goduto. 

Per richiederla, sarà necessario connettersi al portale istituzionale, aprire un’istanza e attendere giorni e giorni.

Però, se vuoi  estinguere il prestito velocemente, senza perdere tempo, per esperienza ti consigliamo di richiedere un prestito attraverso il servizio convenzionato. In questo modo, dovrai solo chiedere al tuo professionista di riferimento!

Poi, l’estinzione potrà così essere totale, ma anche parziale. Quest’ ultima è possibile solo nel caso in cui la richiesta venga effettuata attraverso un istituto di credito convenzionato

Chi può richiedere il prestito NoiPA?

I prestiti NoIPA per insegnanti e per il personale Ata sono disponibili per:

  • Dipendenti pubblici con contratto a tempo indeterminato;
  • Dipendenti pubblici con contratto a tempo determinato, in specifiche modalità. 

Questi ultimi, però, possono richiedere il prestito esclusivamente per il tempo rimanente alla scadenza del contratto e presentando la corretta documentazione. In caso di dubbi, chiedi a un professionista!

È anche necessario che tu sia tra gli appartenenti al Fondo della Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, istituito nel 1996 e gestito prima dal soppresso INPDAP e adesso dall’INPS.  

Infatti, questo tipo di prestito funziona mediante la distribuzione di una cassa comune che viene elargita a chi possiede determinate caratteristiche

Per richiederlo, devi essere tra coloro che versano contributi pari allo 0,35% della retribuzione contributiva e pensionabile


Attenzione: se hai poca contribuzione e quindi hai versato pochi contributi puoi accedere a un prestito di piccolo importo e breve durata. Si tratta però di un problema superabile, se la richiesta viene fatta attraverso un servizio convenzionato. Anche con pochi mesi di assunzione, potrai richiedere anche importi consistenti e durate che ti permettano di ripagare con calma quanto ottenuto. Per l’esattezza, potrai ripagare il prestito NoIPA per insegnanti fino a 120 mesi (10 anni). Il servizio convenzionato di  prestitonoipa.it  è elastico, veloce e completamente assistito.


Il tuo tempo è importante, e noi lo sappiamo bene.

Una delle domande più comuni è il costo del servizio, ovvero la differenza fra la richiesta diretta fai-da-te attraverso il portale istituzionale e quella assistita con il nostro servizio in convenzione.

La risposta è semplice: NULLA!

Infatti, considera che la minima differenza del di tasso di interesse  è ampiamente ripagato da altro: zero stress, la presenza di un assistente dedicato, tempistiche certe, eventuale acconto in pochi giorni e………. solo pochi minuti del tuo tempo!

Se vuoi ancora fare da solo… 

Ecco cosa devi fare! 

Per richiedere i prestiti NoiPA per insegnanti e personale Ata è necessario presentare domanda in formato telematico attraverso un apposito sportello digitale all’interno dell’area riservata del portale online NoiPA. 

Per entrare sul sito ci vuole un poco di fortuna.  Questo, infatti, tende a bloccarsi o a non essere disponibile, soprattutto a fine e a inizio mese. Un altro buon motivo per affidarti a noi! 

Oltre ai dati personali, sarà necessario allegare l’ultima busta paga e avere a disposizione le informazioni di accesso alla piattaforma, il PIN o la Carta Nazionale dei Servizi, motivare la richiesta e essere pronto ad allegare ulteriori documenti, se richiesti. 


Per poter aver a disposizione i fondi per realizzare i tuoi sogni, dovrai presentare tutta la documentazione richiesta, nel giusto formato. In caso di errori, il sistema potrà richiedere ulteriori documenti, sempre comunicando con te mediante messaggi automatici. Parlare con un operatore, sarà davvero impegnativo. In alternativa, si può scegliere la strada facile: chiedere a un professionista!  In questo caso, potrai richiedere subito il servizio di prestito convenzionato con la sola busta paga.


Quindi, se per te il tempo non è importante e la burocrazia non ti spaventa, puoi tranquillamente fare da solo! 

Una volta inserita la richiesta di prestito che succede?

Se l’Inps approva la richiesta, a volte dopo mesi (e se ci sono i fondi) la procedura di accredito della somma erogata viene attivata in modo automatico e l’importo richiesto viene depositato direttamente sul conto corrente bancario indicato. 

Ricorda che questo conto corrente dev’essere non solo intestato a te, ma anche lo stesso usato per l’accredito dello stipendio! 

Se, invece, manca uno o più di uno dei documenti richiesti, se questi non sono stati presentati nel formato richiesto o se le motivazioni non convincono, il sistema richiederà di inserire i dati mancanti o quelli corretti. 

Questo avviene mediante comunicazioni automatiche sul sito o attraverso un call center e in orari prestabiliti.

Per questo, se hai dei dubbi o non sei molto esperto in materia fiscale e in burocrazia, è sempre meglio rivolgersi a una banca convenzionata e qui sei nel posto giusto! 

Le condizioni economiche sono eccellenti e  la tua richiesta di finanziamento sarà gestita in maniera semplice e veloce!

…dopotutto, non puoi mica aspettare per comprare una buona culla per tuo figlio o per sostituire una vecchia auto! Ancor più urgente è la liquidità che occorre per ristrutturare casa….la ditta che si occuperà dei lavoro difficilmente aspetterà  mesi e mesi per essere pagata, anzi,  nella totalità dei casi occorre disporre di un acconto da versare ancor prima che i lavori inizino.


Ho provato a richiedere il prestito NoIPA da sola perché mi era stato riferito che il tasso era più conveniente. Alla fine, ho scoperto che le Banche convenzionate hanno degli ottimi tassi,  molto simili al prodotto diretto INPS. Il prestito mi serviva per aiutare mia figlia ad accogliere il mio primo nipote, Matteo. Dopo diversi tentativi sono riuscita ad accedere al sito istituzionale, perennemente fuori linea. Lo stesso non riconosceva le mie credenziali, una vera odissea. Fortunatamente la documentazione presentata era corretta ma ho dovuto aspettare un’infinità di tempo per sentirmi dire che il prestito non poteva essere concesso. A questo punto ho dirottato sul servizio convenzionato. Che dire, tutto perfetto. In un mese ho avuto i soldi sul mio conto corrente, il tasso ottenuto è stato molto soddisfacente e ho ricevuto un acconto dopo pochi giorni  

– Maria, insegnante con cattedra, Roma


Quanto tempo è necessario per ottenere la concessione di un prestito NoIPA per insegnanti e per il personale Ata?

Come spesso accade, la risposta è dipende. 

In teoria, la presentazione della domanda può essere fatta direttamente online, e i temi per richiedere il prestito sono abbastanza corti. In pratica, la burocrazia rende impossibile essere sicuri delle tempistiche, soprattutto in caso di presentazione fai-da-te. 

Per l’approvazione da parte dell’Inps della concessione di un prestito NoIPA per insegnanti e per il personale Ata, dovrai attendere tra i 45 e i 60 giorni, in media.

Questo, ovviamente e come già detto, se non ci sono errori di presentazione  e se i fondi sono disponibili. Altrimenti, dovrai ricominciare da zero. 

Come sempre avviene con la burocrazia, errare è facile, facilissimo!

In questo caso, il sistema produrrà un messaggio automatico di errore, unico strumento di comunicazione, e richiederà di integrare o correggere la richiesta.  In caso di errori e/o omissioni, i tempi tendono ad allungarsi considerevolmente, un problema non indifferente quando si richiede un prestito online.

Si può mettere in pausa i sogni, ma non si possono mettere in pausa le necessità urgenti di liquidità. 

Un tetto da rifare, un nuovo bambino in arrivo, una macchina che non parte più…pagamenti arretrati e tutti questi problemi non si fermano né spariscono per un errore burocratico!  Fortunatamente, si tratta di un problema evitabile avvalendosi della nostra assistenza. 

Per concludere 

I prestiti convenzionati attraverso questo sito PrestitoNoipa.it  per insegnanti e per il personale Ata, sono nati da un accordo tra differenti istituti di credito e il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) e ti permettono di richiedere liquidità con condizioni agevolate e cospicui vantaggi. 

In poco tempo, senza stress e in modo semplificato. 

Questo per evitarti errori e frustrazioni, ma soprattutto per far si che gli insegnanti e il personale scolastico ottenga liquidità in tempi certi, senza problemi burocratici e senza spendere ore e ore davanti a un computer. 

Perché i tuoi sogni e le tue necessità hanno bisogno di tutte le tue energie e attenzioni.

Categories
Cessione del quinto NoiPa Prestiti personali